Pulizia di pavimentazioni e rivestimenti in pietra naturale

I silicati come graniti, gneiss, serpentini, beole, serizzi, quarziti sono resistenti agli acidi deboli come alcool, aceto, citrico e anche ad alcuni acidi forti che si usano nella pulizia domestica come l’acido muriatico (solforico).
In ogni caso si consiglia di usare gli acidi forti solo in casi estremi e avendo provato prima tutti gli altri detergenti meno potenti nella vostra lotta contro lo sporco.
Non usare mai su nessuna pietra naturale, graniti compresi, prodotti detergenti che contengono l’ acido fluoridrico (HF), che ha il potere di sciogliere completamente il quarzo che compone i silicati – non parliamo del calcare – o l’ acido fosforico (H3PO4).
Prestare attenzione anche all’ acido cloridrico (HCL) che in alcuni casi porta ad alterazioni del colore (macchie) o rigonfiamenti su alcuni silicati.
Il cloridrico al 40% viene a volte usato per recuperare un pavimento in granito molto degradato ma questo non è un intervento di pulizia perchè restaura il pavimento al colore iniziale corrodendo – asportando – la parte superficiale del materiale.
Non sono interventi da fare da soli senza consulenza.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *