Perchè usare la pietra naturale per i rivestimenti interni ed esterni?

La pietra naturale: ignifuga, igienica, atossica e assolutamente biocompatibile 

Le pietre naturali sono ignifughe, igieniche, atossiche e per antonomasia sono biocompatibili, essendo la base di cui è costituito il nostro pianeta, la Terra.

Utilizzare pietre naturali è quindi anche ecologico, perchè comporta un minor impatto ambientale: tutti i materiali edili utilizzano le cave, ma a differenza di materiali sintetici non devono usare colle, resine, cementi e colori artificiali. Scavare una montagna a volte non è esteticamente piacevole, ma fa parte della storia e dell’evoluzione dell’uomo e dell’edilizia, e a livello economico ed ambientale è preferibile al tritare in sabbia ed argilla i laterizi per poi doverli riagglomerare e pigmentare con prodotti chimici.

Il bravo cavatore rispetta la sua cava e rispetta il materiale che estrae, lasciandolo nella sua unicità.
Chi tritura la montagna e la riforma e ricolora ne cancella l’identità originaria, trasformando la roccia in un prodotto artificiale agglomerato più inquinante e meno duraturo.

La pietra naturale non sarà di certo di colore omogeneo o in tinta unita… è naturale, e venature e colorazioni fanno parte di questa sua naturalezza, della sua identità e della sua formazione, non sono errori o discrepanze della normalità ed omogeneità, ma segni particolari che rendono unico ogni pezzo.

Lascia un commento

Un pensiero su “Perchè usare la pietra naturale per i rivestimenti interni ed esterni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.